Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

VOGLIA DI TRANQUILLITA'
14/02/2018 08:26

I mercati azionari USA proseguono a fatica il rimbalzo in atto dai minimi della scorsa settimana. La seduta di ieri non è partita molto bene e per tutta la prima parte è stata negativa, confermando il pessimismo che si respirava in Europa. Però nel finale un colpo di reni rialzista è riuscito a marcare la terza seduta positiva consecutiva. Anche il Vix si sta lentamente ridimensionando, anche se rimane ancora intorno a quota 25, che è un valore ancora alto, e riflette il nervosismo che si respira ancora sui mercati.

Non è solo la continuazione del recupero degli indici USA a rilevare la voglia di ritorno alla normalità. Anche il cambio EUR/USD è tornato a risalire con una certa decisione, minacciando addirittura il ritorno a 1,24.

E fa purtroppo parte della normalità anche la debolezza europea, accentuata dal rafforzamento dell’euro, che ha costretto Dax ed Eurostoxx50 a rimangiarsi parecchio del rimbalzo di lunedì e disegnare modelli di indecisione che potrebbero anche evocare la continuazione del movimento ribassista delle scorse settimane, qualora emergesse qualche tentennamento in USA.

Il nostro Ftse-Mib negli ultimi giorni è decisamente più debole, appesantito da brutte performance dei titoli bancari, senza che altri settori prendano in mano il testimone del rialzo. Perciò, se gli altri indici dell’eurozona hanno segnato il passo, il nostro indice è addirittura tornato nell’area dei minimi degli ultimi giorni e si trova oggi costretto a difendersi su questo supporto di area 22.000, per evitare un pericoloso segnale di continuazione ribassista.

Oggi è la giornata dell’inflazione USA, con il dato sui prezzi al consumo. Erano anni che questo dato passava ogni mese sotto silenzio, snobbato dagli operatori, che avevano altre cose da considerare. Oggi però dovrebbe essere al centro della scena operativa, perché da quel che verrà comunicato dipende la conferma o il rinvio degli scenari che da inizio anno i mercati stanno cominciando a scontare: inflazione futura in rialzo oltre il target della FED ed accelerazione della stretta monetaria da parte della banca centrale USA. Dopo il giuramento del composto, misurato e, francamente, piuttosto noioso Powell, la nuova catena di comando della FED è pienamente costituita e si occuperà della stretta che a marzo dovrebbe essere pressoché certa. Questa è già scontata dai mercati, che si stanno portando avanti col lavoro e da qualche tempo attribuiscono sempre più possibilità al fatto che i rialzi del 2018 siano 4 anziché i 3 finora previsti dalla stessa FED sotto la giurisdizione Yellen.

E’ evidente che un dato odierno al di sopra delle attese sui prezzi al consumo “core”, cioè esclusi i prezzi di prodotti ortofrutticoli ed energia, ritenuti un disturbo perché troppo volatili, darebbe una conferma ai mercati, che sono già piuttosto esposti al ribasso sulle quotazioni dei Treasury Bond. Una sorpresa al disotto delle attese potrebbe invece calmare un po’ i timori e favorire il recupero delle quotazioni obbligazionarie, con conseguente calo dei rendimenti e sostegno al recupero dell’azionario USA. E questo rappresenterebbe, ancora una volta, una ciambella di salvataggio per le borse europee.

Euro permettendo.

____________________________________________________________________________________________________
BORSAPROF.IT s.a.s. di Pierluigi Gerbino & c. - P. Iva e C.F.: 02980970046
V. Torino 81 - 12048 Sommariva Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

Tempi duri per il fai-da-te in borsa? Forse e' l'ora di imparare un metodo!

A Scuola di Trading Online:  È il percorso in 4 giornate per imparare a fare il trading online. La prima giornata è gratis. Clicca qui per saperne di più

Primi Passi con Futures e Opzioni: Per comprendere ed imparare ad utilizzare nel tuo trading gli strumenti finanziari derivati. Clicca qui per saperne di più

Fare Trading con le Obbligazioni: Per entrare nel mondo delle obbligazioni ed utilizzarle per l’investimento ed il trading . Clicca qui per saperne di più

Riparte il Tour Formativo !! Ecco le date previste